I Miei Acquisti Low Cost

#281 – Quadri arcobaleno

Buongiorno a tutti, evidentemente per farmi scrivere un nuovo articolo era necessaria una quarantena dovuta a una pandemia, dal momento che l’ultimo articolo su questo blog risale a maggio dello scorso anno.

Grazie a questa quarantena ho avuto modo di sfogliare la galleria del mio telefono e trovare moltissime foto che ho scattato ma che non ho mai utilizzato.
Quelle che voglio mostrarvi oggi sono quelle che mi hanno maggiormente colpita, perché sono di circa un anno fa e sono state scattate durante una domenica nelle Langhe, luogo che io personalmente adoro e che riesce sempre a farmi tornare di buon umore anche solo da una foto. Inoltre l’abito che indosso è coloratissimo e allegro!

Si tratta di un abito che ho acquistato di seconda mano in un gruppo di Facebook meraviglioso in cui è possibile la compravendita di abiti usati ma particolari, infatti l’amministratrice non accetta post di abiti provenienti dalle grandi catene.

L’abito in questione purtroppo non presenta alcun tipo di etichetta con su scritto il nome del brand, se non l’etichetta con i consigli per il lavaggio dove viene riportata la provenienza: made in England.
Il tessuto è un cotone pesante, e il bustino è ben sorretto da stecche di plastica rigida, inoltre in vita ha appuntato un fiocco che gli da quel fascino da bambola vintage che io adoro.

Il look completo era composto da:

  • cardigan rosso di lana e cotone ereditato dalla mamma ma davvero molto molto caldo
  • collant rossi, anch’essi ereditati dalla mamma e risalenti agli anni ’80
  • scarponcini blu in pelle leggerissimi acquistati al mercato di piazza Benefica
  • cappello rosso a bombetta comprato nel mio negozio preferito: Davici che si trova a Torino

Infine, come capospalla ho scelto un cappotto blu tipo montgomey marchiato Cache Cache che avete sicuramente visto in diversi miei post.

Le foto sono state scattate nella meravigliosa cornice della chiesetta di Coazzolo, paesino in provincia di Asti. I muri della chiesa della Beata Maria Vergine del Carmine sono stati ridipinti dal famoso artista David Tremlett che aveva già dipinto la famosa “Cappella del Barolo” presso La Morra.

Spero che questo articolo vi sia piaciuto, ne seguiranno molti altri!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *